San Vincenzo al Volturno. Guida alla città monastica benedettina.pdf

San Vincenzo al Volturno. Guida alla città monastica benedettina

Federico Marazzi

Il sito monastico di San Vincenzo al Volturno è oggi una delle maggiori aree archeologiche altomedievali europee. Da almeno tre decenni la sua importanza è ben nota a livello mondiale presso gli studiosi di storia, archeologia, storia dellarte ed epigrafia. Da qualche tempo la sua importanza inizia ad essere apprezzata anche da parte di un pubblico più ampio, comunque interessato alla scoperta dei resti del passato ed alla loro comprensione.

L'abbazia di San Vincenzo al Volturno è una storica abbazia benedettina posta nel territorio dei comuni di Castel San Talarico ed Epifanio l'abbazia si espanse divenendo una piccola città, con 350 confratelli e vasti possedimenti terrieri. Nell che portò progressivamente nei secoli successivi al disgregamento della signoria monastica.

8.14 MB Dimensione del file
8896092272 ISBN
Gratis PREZZO
San Vincenzo al Volturno. Guida alla città monastica benedettina.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nuovaorganizzazioneimprese.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

San Vincenzo al Volturno. La storia di questa città monastica, potente e ricca, ci viene narrata dal monaco Giovanni che nel 1130 scrisse, proprio nello scriptorium di San Vincenzo al Volturno (luogo del monastero nel quale avveniva la copiatura dei manoscritti), il Chronicon Vulturnense, un codice miniato, attualmente conservato presso la Dopo aver letto il libro San Vincenzo al Volturno.Guida alla città monastica benedettina di Federico Marazzi ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall

avatar
Mattio Mazio

N. 137 - Maggio 2019 (CLXVIII). S an Vincenzo al Volturno. storia di un'abbazia medievale di Alfredo Incollingo . Il Chronicon Vulturnense (1130 circa) del monaco Giovanni è per noi una fonte indispensabile per ricostruire la storia dell’abbazia di San Vincenzo a Volturno, nonostante presenti caratteristiche tipiche della letteratura agiografica. Le migliori offerte per La Cripta dell'Abate Epifanio a San Vincenzo al Volturno. Un secolo di studi sono su eBay Confronta prezzi e caratteristiche di prodotti nuovi e usati Molti articoli con consegna gratis!

avatar
Noels Schulzzi

San Vincenzo al Volturno nel IX secolo: la creazione di una città monastica (con R. Hodges), in "Scavi medievali in Italia 1994-1995", a c. di S. Patitucci Uggeri, Cassino 14-16 dicembre 1995, Roma-Freiburg-Wien 1998, pp. 311-322.

avatar
Jason Statham

Il sito archeologico dell'antico insediamento monastico di San Vincenzo al Volturno si trova nel Molise, vicino alla città di Isernia, nei pressi delle sorgenti del fiume Volturno, ed è ubicata nel punto più stretto d'Italia, dove la distanza tra la costa del mare Adriatico e quella del mar Tirreno è di solo 160 km. La Cripta dell'Abate Epifanio a San Vincenzo al Volturno. Guida alla città monastica benedettina" DESCRIZIONE: Breve saggio illustrato sul ciclo di affreschi che costituisce uno dei monumenti più importanti della pittura alto medievale europea, non solo per la sua altissima qualità tecnica e formale e per l'estrema complessità dei temi

avatar
Jessica Kolhmann

castel san vincenzo E’ qui che sorgeva l’antico monastero benedettino di San Vincenzo al Volturno, uno dei più importanti del medioevo. Visitando l’area archeologica si potranno ammirare in particolare gli affreschi della Cripta di Epifanio, tra i più importanti esempi di pittura altomedievale europea. Cosa vedere in Molise: Abbazia benedettina di San Vincenzo al Volturno. Le origini storiche del monastero di S. Vincenzo al Volturno si possono rintracciare del famoso Chronicon Vulturnense, un codice miniato redatto in scrittura beneventana intorno al 1130 dal monaco Giovanni.