Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile.pdf

Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile

Giovanni Matteucci

Sapere estetico è la capacità delluomo di venire a capo del proprio mondo attraverso la configurazione del sensibile. È unabilità appresa in quel rapporto simbolico e comunicativo con la realtà che si instaura già a livello percettivo, e che si incarna in maniera eccellente nei prodotti dellattività artistica. Per descriverne le caratteristiche occorre riconsiderare lesperienza sensibile e lattività creativa come prassi antropologiche: cioè, come maniere di agire e di manipolare il mondo che permettono di prendere al suo interno una posizione che alluomo non è preventivamente assegnata. Il sapere estetico, e la connessa capacità di far emergere figure replicando lenigmatica forza formativa della natura, attesta con ciò la riflessività che coinvolge, in un intreccio inestricabile e paritetico, la dimensione sensoriale e quella intellettuale. Questo volume esamina tali argomenti approfondendo il pensiero estetico e la teoria della percezione di Ernst Cassirer e Arnold Gehlen, messi talvolta a confronto con autori anche di diverse tradizioni (da Adorno a Dewey, da Plessner a Danto).

Buy Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile by Giovanni Matteucci (ISBN: 9788846726513) from Amazon's Book Store. Everyday low prices and free delivery on eligible orders. Libri di Filosofia. Acquista Libri di Filosofia su Libreria Universitaria: oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita! - Pagina 296

5.27 MB Dimensione del file
8846726510 ISBN
Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nuovaorganizzazioneimprese.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Libri di Filosofia. Acquista Libri di Filosofia su Libreria Universitaria: oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita! - Pagina 296

avatar
Mattio Mazio

9788846726513 | Il sapere estetico come prassi antropologica - Giovanni Matteucci - Sapere estetico è la capacità dell'uomo di venire a capo del proprio mondo attraverso la configurazione del sensibile. È un'abilità appresa in quel rapporto simbolico e comunicativo con la realtà che si instaura già a livello percettivo, e che si incarna in maniera eccellente nei prodotti dell'attività

avatar
Noels Schulzzi

2010: Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile, Ets, Pisa. 2005: Filosofia ed estetica del senso, Ets, Pisa ...

avatar
Jason Statham

Scribd è il più grande sito di social reading e publishing al mondo.

avatar
Jessica Kolhmann

Come detto, la loro estrema sensibilità li rende, in certi momenti, intolleranti al rumore e alle masse e noterai come, a volte, cercano un momento di pace, un'oasi in quei momenti di stress e caos.Se senti che restano in silenzio o sono assenti per alcuni minuti, lascia loro spazio, è importante per loro riordinarsi con un po' di tempo e senza pressione. 167 1. Antropologia filosofica e linguaggio Nell’opera fondativa della sua antropologia filosofica, I gradi dell’organico e l’uomo,1 Plessner inserisce la questione del linguag- gio all’interno del capitolo sull’immediatezza mediata (vermittelteUnvermitteltheit), che insieme all’artificialità naturale e al luogo utopico costituisce uno dei tre criteri che contraddistinguono l’uo-